IT

Scelta della taglia online

Le app più interessanti sul mercato per facilitare il processo d'acquisto

 

Quante volte in un negozio d’abbigliamento hai dovuto provare diverse taglie prima di trovare quella giusta?

Negli acquisti online questo non è possibile e secondo Internet Shoppers Survey l’indecisione sulla scelta della taglia rappresenta il 60% della difficoltà di acquistare abbigliamento online, allo stesso tempo diverse analisi hanno rilevato come il tasso di reso per questi prodotti può raggiungere picchi del 40%, principalmente motivati dalla scelta di una taglia sbagliata.

La vera sfida oggi nel settore dell’abbigliamento online è quindi quella di fornire all'utente tutte le informazioni necessarie per fare in modo che la scelta della taglia dei capi non sia una vera e propria scommessa, ma un'operazione semplice e senza molte incognite.

Se sei un retailer del settore, offrire al cliente una soluzione a questo problema ti porterà diversi benefici:

1) Aumenterà la soddisfazione del cliente e la possibilità di fidelizzazione.

2) Aumenterà il fatturato del tuo e-commerce.

3) Ridurrà i tassi di reso e i conseguenti costi che devi sostenere per gestirli.

 

Ma quali sono le soluzioni disponibili per aiutare il cliente a scegliere la taglia giusta? 

Nella nostra quotidiana esperienza, abbiamo raccolto diverse applicazioni e tecniche interessanti che aiutano a ridurre la possibilità di errore in questo percorso, vediamole insieme: 

Fit analytics

Uno dei maggiori problemi che un consumatore riscontra nell’acquisto online di capi di abbigliamento è la scelta della taglia di una marca di cui quindi non conosce la vestibilità. Fit analytics è un’applicazione che aiuta il consumatore proprio in questo: permette di comparare la taglia del nuovo prodotto con la taglia di un capo simile di una marca già in possesso. Questa soluzione è utile e veloce soprattutto quando il consumatore conosce o possiede già prodotti di marche che l’applicazione permette di comparare.

Il pedimetro di Decathlon e la griglia di valutazione dei clienti in merito alla vestibilità

Decathlon ha trovato una risposta creativa al problema delle taglie delle scarpe. Per scegliere la giusta taglia nell’acquisto delle scarpe il sito permette al consumatore di stampare un misuratore, chiamato appunto pedimetro, grazie al quale egli può misurare fisicamente offline le dimensioni del suo piede (lunghezza e larghezza) e riportarle successivamente sulla scheda del prodotto che intende comprare. Così facendo il sito trova in automatico la taglia giusta di scarpe e il margine di errore si riduce quasi a zero. Inoltre, Decathlon offre anche le valutazioni dei clienti che hanno già utilizzato la guida taglie (corretta, troppo stretta, troppo grande) in modo da fornire un ulteriore parametro di aiuto nella scelta. 

Metail

Metail è un’interfaccia di facile utilizzo e molto coinvolgente per l’utente. Consiste in un vero e proprio camerino digitale in cui dei manichini virtuali simulano le dimensioni dell’utente e mostrano come un certo capo può sembrare indossato da loro. L’utente quindi deve avere un po’ di tempo da dedicare all’inserimento delle sue misure e alla scelta del tipo di manichino virtuale.

Per ottenere delle buone performance tutti questi sistemi, oltre ad avere importanti costi di gestione e implementazione da parte del retailer, richiedono molta partecipazione da parte del consumatore che deve essere invogliato ad inserire informazioni e dati richiesti. Il consumatore quindi si aspetta un processo di navigazione rapido, intuitivo e coinvolgente. 

Sarebbe significativo che per il problema delle taglie venisse adottato un unico strumento innovativo il cui utilizzo sempre più esteso lo facesse diventare uno standard, in modo tale da creare un’esperienza naturale per il consumatore evitandogli così dubbi nel processo d’acquisto.