IT

E-commerce: quanto e come incide la user experience sulle conversioni?

Secondo i dati presentati durante la XII edizione del Netcomm Forum, l’e-commerce italiano continua a crescere, prevedendo per la fine del 2017, un valore degli acquisti online di 23.1 miliardi di euro.
Essere presenti oggi online è un must e, per differenziarsi all’interno in uno scenario con una concorrenza sempre più ampia e utenti esigenti, è necessario studiare una User Experience efficace al fine di ottimizzare le conversioni.
Quando lavoriamo con i nostri clienti non ci soffermiamo solo all’estetica, ma curiamo tutti gli aspetti che agiscono sull’esperienza d’acquisto dell’utente finale.
In questo articolo condivideremo con voi gli step fondamentali per realizzare un e-commerce con una UX efficace.

Motore di ricerca interno

Il nostro primo suggerimento è quello di collocare la barra di ricerca in posizioni di rilevanza, come ad esempio l’header, sia in homepage che nelle altre pagine del vostro sito. È il modo più funzionale per agevolare all’utente l’accesso al catalogo prodotti, soprattutto per chi sa già cosa vuole acquistare e ha scelto il vostro e-commerce.
La posizione però non basta: un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione è quello di avere un motore di ricerca che preveda la correzione automatica dei possibili errori ortografici. Fate un brainstorming sulle query di ricerca più frequenti in modo da costruire dei percorsi di ricerca verso i prodotti più adatti.

Immagini e descrizioni prodotto

Comprare online offre molti vantaggi ma ha un limite: non si può toccare con mano e analizzare il prodotto attraverso i cinque sensi.
Gli esperti nell’ultimo periodo stanno puntando sulla realtà aumentata ma, in attesa di sviluppi tecnologici, per poter superare questo limite i merchant devono offrire schede di dettaglio che siano in grado di comunicare il valore e la funzionalità di ogni prodotto, attraverso descrizioni complete e immagini in primo piano. Utilizzare immagini accattivanti e fotografie capaci di catturare i minimi dettagli, aggiungere video che catturano una vista a 360 gradi del prodotto, diventa il punto di contatto principale tra negozio online e utente finale.
Ricordatevi che, come nel caso di un e-commerce d’abbigliamento non possono mancare le guide alle dimensioni, colori e materiale, in ogni business è necessario fornire le specifiche opportune.

Personalizzazione e abitudini d'acquisto

Una delle leve più utilizzate negli ultimi anni per aumentare il valore del carrello, è stata l’aggiunta di prodotti correlati all’interno delle schede di dettaglio o in fase di check-out, così da suggerire acquisti d’impulso.
Recentemente però diversi e-commerce hanno deciso di avvicinarsi al Recommendation Engine, un nuovo approccio alla personalizzazione. Questo approccio analizza in tempo reale i comportamenti degli utenti mentre navigano sul sito e consente di proporre loro un’esperienza esclusiva mediante la personalizzazione dei contenuti (prodotti, messaggi, immagini, ecc.) nelle diverse sezioni del sito (home page, banner, singole pagine, ecc.).

Processo di checkout

È risaputo che tra le cause più comuni relative all’abbandono del carrello ci sono le difficoltà riscontrate nel processo di checkout: fasi di elaborazione troppo lunghe o controlli di sicurezza eccessivi in fase di pagamento, ad esempio, possono scoraggiare anche il cliente più motivato.
Se volete ottimizzare le conversioni e diminuire l’abbandono del carrello, vi consigliamo di snellire il form di compilazione dei dati personali per l’acquisto (magari rendendo opzionali i campi importanti per il vostro CRM ma non necessari per l’acquisto vero e proprio) così da permettere all’utente di avere tutto sotto controllo in un’unica schermata.
Inoltre vi consigliamo di prevedere un sito responsive con pulsanti e caratteri più grandi e soprattutto con una grafica minimalista, per agevolare gli acquisti da mobile.
Migliorare l'usabilità del proprio processo di checkout contribuirà a ridurre i tassi di abbandono del carrello e ad aumentare le conversioni!

Sistemi di customer care

Il customer care e le recensioni sono strumenti importanti che mettono in relazione la piattaforma e-commerce, l’utente e il prodotto. È fondamentale prestare attenzione ai commenti degli utenti, alle recensioni ed alle richieste di supporto perchè vi permette di capire come dar forma al vostro business. Da un paio d’anni ha preso piede la tendenza di predisporre un sistema di live chat che consente agli utenti un contatto diretto con il brand. La live chat è una commessa virtuale che può accompagnare i vostri utenti risolvendo eventuali dubbi in fase di scelta e supportandolo nelle difficoltà e titubanze in fase di acquisto.

Sito responsive

In Italia gli acquisti da mobile rappresentano circa un terzo dell’intero volume e-commerce (dato destinato ad aumentare). Dati alla mano, risulta ormai impensabile non inserire nella strategia di business online l’ideazione di un sito ottimizzato per la consultazione e l’acquisto da mobile.
Gli step da percorrere sono molti, primo fra tutti la scelta tra una versione responsive del sito, che si adatti automaticamente al dispositivo utilizzato e lo sviluppo di un sito “semplificato” dedicato ai dispositivi mobile.
Qualsiasi sia la scelta, particolare cura deve essere dedicata ad immagini ottimizzate alla visualizzazione mobile e pulsanti funzionali alla navigazione touchscreen, inoltre all’utente mobile è possibile offrire servizi legati alla localizzazione e funzionalità di chiamata diretta al servizio clienti.

Questi sono i nostri consigli per una user experience efficace e per aumentare le conversioni del vostro e-commerce.
Se avete bisogno di consulenza per rilanciare il vostro business online, contattateci al form.

Se vuoi leggere l'intervista realizzata al nostro Diego da ITEspresso sul tema della User Experience clicca qui.